Classe Energetica e Impianti

ENERGIE RINNOVABILI – CLASSIFICAZIONE ENERGETICA – IMPIANTI

In questi anni il risparmio energetico rappresenta uno dei temi più importanti a livello globale, vista l’esigenza sempre più pressante di diminuire le emissioni in atmosfera e ridurre l’impatto ambientale. L’obiettivo di raggiungere alti standard qualitativi è stato messo in primo piano nella progettazione di Monterosa3, nell’ottica di fornire al cliente finale un’abitazione a basso consumo energetico.

A questo obiettivo concorrono molti aspetti sia dal punto di vista costruttivo che impiantistico: utilizzo di materiali isolanti e di serramenti ad alta prestazione termica, eliminazione e cura di tutti i ponti termici, scelta di tipologie impiantistiche in grado di garantire alti rendimenti e bassi consumi. Il risultato della combinazione di tutte queste scelte si identifica nella Classificazione Energetica finale. Le ultime disposizioni normative entrate in vigore (Decreto Interministeriale “Requisiti Minimi” del 26 Giugno 2015) hanno in parte modificato le linee guida in materia di certificazione energetica degli edifici.

classeenergetica2

Nello specifico, sono state modificate le suddivisioni tra le classe energetiche: resta immutata la classificazione da G a B, mentre le Classi Energetiche A e A+ sono state raggruppate e suddivise in quattro nuove Classi Energetiche: A1, A2, A3 e A4. Le unità immobiliari di Monterosa3 si posizioneranno in una di queste quattro Classi Energetiche, sinonimo di alta efficienza energetica e bassi consumi d’esercizio degli impianti.

Monterosa3 si presenta quindi già da ora come un intervento dalla concezione futura, in grado di rispondere pienamente alle esigenze di risparmio energetico che col passare degli anni diventeranno sempre più pressanti. Sarà inoltre garantito in notevole anticipo il rispetto di quanto previsto dal protocollo di Kyoto (anno 2020), cioè la quasi autonomia energetica per il funzionamento del sistema impiantistico.

IMPIANTI MECCANICI

CENTRALE TERMOFRIGORIFERA

L’impianto, per garantire il riscaldamento e il raffrescamento dei locali, sfrutta la tecnologia della pompa di calore condensata ad aria. L’utilizzo di questo impianto tecnologicamente all’avanguardia assicura un’elevata efficienza impiantistica ed è in grado di ridurre i consumi e l’impatto ambientale, in aggiunta a:

  • assenza totale di gas metano
  • riduzione dei consumi energetici
  • bassi costi di gestione
  • basse emissioni di CO2
  • sicurezza per le persone

A servizio di ogni singolo fabbricato è previsto un impianto di tipo centralizzato.

L’impianto sarà poi distribuito alle unità abitative mediante colonne centrali al fabbricato fino a satelliti di utenza che serviranno a contabilizzare i consumi di riscaldamento, condizionamento e consumo di acqua sanitaria calda/fredda. Importante caratteristica prevista per l’entità degli appartamenti sarà l’ingresso del ricircolo nelle abitazioni in modo da garantire istantanea erogazione dell’acqua sanitaria fino all’ultimo dei rubinetti.

IMPIANTO DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO AMBIENTALE

La climatizzazione estiva ed invernale dei vari ambienti sarà assicurata mediante l’utilizzo di un sistema radiante a pavimento. Questo tipo di impianto presenta una serie di vantaggi rispetto al classico impianto a radiatori, ed in particolare:

  • distribuzione uniforme delle temperature ambientali
  • nessun vincolo di natura architettonica
  • eliminazione delle muffe a parete, del degrado di intonaci, pavimenti in legno e serramenti
  • utilizzo dell’impianto sia per il riscaldamento sia per il raffrescamento

L’utilizzo dell’impianto radiante per il raffrescamento estivo comporta la necessità di deumidificare l’aria. A tale scopo verrà installato un deumidificatore canalizzato, posizionato in controsoffitto che avrà anche la funzione di ventilazione meccanica controllata. Esso sarà alimentato con acqua refrigerata dell’impianto di raffrescamento. Il deumidificatore potrà avere funzione di integrazione al raffrescamento estivo dell’unità abitativa.

classeenergetica6

PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA

La produzione di acqua calda sanitaria verrà assicurata mediante l’utilizzo di un sistema di accumulo alimentato da pompe di calore dedicate a tale scopo. L’impianto sarà dotato di un sistema di rircolo necessario per una pronta erogazione di acqua.

IMPIANTO DI RINNOVO ARIA AMBIENTE

Ogni unità immobiliare sarà dotata di recuperatori di calore ad alta efficienza con funzione di ventilazione meccanica controllata e deumidificazione.

classeenergetica4

classeenergetica5

IMPIANTO CONDOMINIALE PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

Un sistema fotovoltaico è in grado di trasformare direttamente ed istantaneamente l’energia solare in energia elettrica, senza l’ausilio di nessun combustibile. L’impianto sfrutta il cosiddetto “effetto fotovoltaico”, cioè la capacità che hanno alcuni materiali semiconduttori (principalmente silicio), quando opportunamente trattati, di generare elettricità se esposti alla radiazione luminosa. Il sistema fotovoltaico è composto essenzialmente da moduli fotovoltaici con celle in silicio monocristallino o policristallino, un inverter per l’utilizzo in rete, un generatore e un sistema di controllo della potenza.

L’energia elettrica richiesta per il riscaldamento invernale, il condizionamento estivo e la produzione di acqua calda sanitaria di ogni alloggio verrà quindi parzialmente prodotta dall’impianto fotovoltaico. L’impianto sarà comunque connesso permanentemente alla rete elettrica, ma cercherà il più possibile di consumare l’energia auto-prodotta.

L’energia prodotta e non utilizzata verrà immessa in rete e venduta all’Ente. Una apposita tabella millesimale (che sarà redatta in base alle superfici nette di ciascuna unità immobiliare) individuerà la percentuale del ricavato dalla vendita dell’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico, che andrà detratta dai singoli consumi.

In Monterosa3 si provvederà ad installare un impianto fotovoltaico di ultima generazione, che sarà di proprietà condominiale. Come precisato sopra, l’eventuale ricavato andrà a favore dei proprietari delle unità immobiliari e sarà suddiviso con gli stessi criteri sopra descritti, abbattendo ulteriormente i costi di gestione del riscaldamento e di gestione delle Residenze.

Inoltre, in ottica di salvaguardia ambientale, è opportuno evidenzia come questo sistema evita, ogni anno, l’immissione in atmosfera di circa 11.700 kg di anidride carbonica.

Un forte contributo all’ottenimento della classificazione energetica viene dato dalle strutture edilizie caratterizzate da elevati spessori di materiale isolante, per ridurre al minimo la dispersione termica verso l’esterno e garantire di conseguenza bassi consumi energetici per il mantenimento delle condizioni di comfort interno.

Tutti gli ambienti dell’edificio sono stati verificati sotto il profilo dell’isolamento termico ai sensi delle normative vigenti in materia, e comunque progettati per conseguire alte prestazioni con valori di trasmittanza molto più prestazionali rispetto ai valori minimi imposti dalla normativa attualmente vigente.